Sei qui: Home > News ed Eventi > GUIDE 2015: Un successo dopo l’altro
Data: 11-01-2015

GUIDE 2015: Un successo dopo l’altro

 

Fioccano i commenti più che entusiastici nelle guide dei vini 2015 sui Franciacorta e i Curtefranca di Castello Bonomi. Ecco una sintesi dei punteggi.

VINI D’ITALIA – GAMBER ROSSO 2015

“I fratelli Paladin, produttori di successo in Veneto, hanno tenacemente creduto nelle potenzialità del terroir di Coccaglio, ai piedi del monte Orfano, in Franciacorta. Dai 24 ettari di belle vigne terrazzate, che insistono sui suoli più antichi – geologicamente – della Franciacorta si ricavano uve in grado di dare vita a cuvée di straordinaria longevità. Arrivano i Tre Bicchieri e premiano una sboccatura recente di un Franciacorta ’04, la Cuvée Lucrezia extra brut Etichetta Nera. Si tratta di un Blanc de Noirs dai vigneti di Pinot nero più vecchi dell’azienda, prodotto solo nelle annate migliori. Ha un bouquet complesso, dove ancora i frutti rossi si percepiscono nitidi con sfumature di spezie, caffè e crosta di pane. Al palato ha struttura, pienezza e un vivo nerbo acido che lo sorregge nel lungo finale all’insegna delle spezie e delle erbe aromatiche”.

Franciacorta Extra Brut Lucrezia Etichetta Nera: 3 BICCHIERI

Curtefranca rosso Cordelio 2009: 2 BICCHIERI

Franciacorta brut CruPerdu: 2 BICCHIERI

Franciacorta brut Rosè: 2 BICCHIERI

Franciacorta brut Satèn: 2 BICCHIERI

 

I VINI d’ITALIA 2015 – ESPRESSO

“Con una produzione che si basa su 24 ettari a Coccaglio, sulle pendici a sud del Monte Orfano, terroir particolare della parte più a sud della denominazione, caratterizzato da terreni calcareo-gessosi e da un microclima sciutto e ventilato, questo piccolo chateau, oggi di proprietà della famiglia Paladin, si è gradualmente messo in luce con dei Franciacorta molto curati nello stile e non di rado espressivi nel carattere”.

Franciacorta Dosage Zéro 2008: 16,5 (note agrumate, bel volume gustativo, effervescenza integrata, bella freschezza, vigoroso allungo sapido)

Curtefranca rosso Cordelio 2009: 16 (bella qualità del frutto, polposo, molta concentrazione, tatto levigato, finale non sfumato ma di bella presa)

 

I VINI DI VERONELLI 2015

Franciacorta brut CruPerdu: 87

Franciacorta brut Satèn: 88

Franciacorta Dosage Zéro 2008: 90!

Franciacorta extra brut Lucrezia Etichetta Nera 2004: 90!

Curtefranca rosso Cordelio 2009: 92!

 

VITAE 2015 – ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER

Una villa in stile liberty si staglia, maestosa, ai piedi del Monte Orfano, proprio nel centro della vasta proprietà. I filari, tutt’intorno al castello perfettamente allineati, richiamano alla memoria la magnificenza di certi chateau, perfettamente integrati nella natura. Castello Bonomi è una gioia per gli occhi e per il gusto, grazie ai suoi Metodo Classico di livello che, col cambio di rotta voluto dalla famiglia Paladin, hanno trovato la strada giusta per la qualità.

Franciacorta extra brut Lucrezia Etichetta Nera 2004: TTTT (massimo riconoscimento)

Calice paglierino brillante, riflessi dorati e perlage di rara finezza. Al naso esprime una elegante complessità con sfumature di cedro, pesca, albicocca, mandorla e delicati fiori bianchi. All’assaggio è equilibrato, fresco, sapido e di buona struttura con lunga persistenza che riporta alle note agrumate e alla sua piacevolissima mineralità. Eleganza gustativa con decisa personalità e precisa espressione del terroir. Vinificazione in barrique, dove matura per 8 mesi prima della sosta sui lieviti per quasi 6 anni e uno ulteriore in bottiglia. Perfetto con ravioli di pernice al tartufo.

Franciacorta Dosage Zéro 2008: TTT

Giallo paglierino brillante, soffice e fine la mousse. Al naso pesca bianca, agrumi e baccello di vaniglia. Effervescenza stuzzicante, buona sapidità e piacevole freschezza al palato. Lunga persistenza di crosta di pane e sfumata scia minerale. Matura 48 mesi sui lieviti e affina per 10 in bottiglia. Con cruditè di pesce e crostacei.

Franciacorta Satèn: TTT

Paglierino con perlage fine e persistente. Ananas, mela, pesca, fiori di campo e zucchero a velo. Il palato è suadente e setoso, pur con freschezza e sapidità che spiccano. Fine bocca lungo, segnato da ricordi di miele d’acacia, agrumi e note floreali. Parzialmente vinificato in rovere, sui lieviti per 30 mesi, 12 in bottiglia. Branzino al sale.

Franciacorta brut CruPerdu: TT

Fine carbonica e paglierino brillante. Spiccano le note fruttate di pesca e pompelmo, biancospino, lieviti e nocciola tostata. Impatto gustativo delicato, con freschezza e sapidità in primo piano. Interessante la lunga persistenza nei ritorni floreali, lievissimo vegetale e mandorla dolce. Acciaio e 36 mesi sui lieviti. Risotto ai frutti di mare.

 

BIBENDA 2015

L’areale del Monte Orfano è un’unità vocazionale unica per caratteristiche pedoclimatiche all’interno della denominazione garantita che, una volta trasformata in vino, regala prodotti dagli aromi molto freschi e minerali, una consistente vena acido-sapida e una capacità di tenuta nel tempo davvero sorprendente. Fa bella mostra di sé il Dosage Zéro, essenziale e minerale calice di eleganza, accompagnato dalla consueta buona performance del CruPerdu, di più solerte piacevolezza, e il generoso rosso Cordelio, senza dimenticare infine il Satèn che, tuttavia, si lascia amare per tratto vivace piuttosto che la morbidezza insita nella tipologia, ma non dimentichiamo che è un Satèn del Monte Orfano.

Franciacorta Dosage Zéro Millesimato 2008 (4 grappoli)  

Dorato nel calice. Minerale e tostato l’olfatto che svela poi aromi di agrumi e caffè. Sapido il sorso, vivace, croccante e dalla sottile e decisa vena sapida. Maturazione sui lieviti per 48 mesi dopo la presa di spuma. Cuscus con scampi, gamberi rossi e frutti di mare.

Franciacorta brut CruPerdu (4 grappoli)

Profumi tostati di nocciole e mandorle lasciano il campo ad agrumi, zenzero e melone bianco. Palato sapido, fresco ed elegante. 36 mesi sur lie dopo la seconda fermentazione. Tris di tartare di spada e origano, tonno e timo e salmone e aneto.

Curtefranca rosso Cordelio 2009 (4 grappoli)

Naso articolato e piacevole nei toni di amarene, salvia, spezie e cenni balsamici. Tannini sottili, trama morbida e struttura suadente. 14 mesi in barrique e 12 in bottiglia. Filetto di manzo in crosta con crema di Gorgonzola.

Franciacorta brut Satèn (4 grappoli)

Olfatto di mandorle, ananas, agrumi e pasticceria lievitata. La morbidezza della tipologia si intreccia al sorso con una decisa e quasi dissetante sinergia acido-sapida. 30 mesi sulle fecce fini prima della sboccatura. Ravioli di cernia e carciofi.

Franciacorta brut Rosè (3 grappoli)

Leggiadro e immediato il naso con ciliegie, agrumi e pan carrè in bella mostra. Sorso fresco, sapido e leggero. 30 mesi sui lieviti precedono la sboccatura. Spaghetti con cipolle e bottarga.

 

VINIPLUS 2015

Lucrezia Extra Brut Etichetta Nera 2004: Quattro Rose Camune

Dosage Zéro 2008: Quattro Rose Camune

Satèn brut: Quattro Rose Camune